Due canali

Ogni persona ha due canali di entrata: uno di vicinanza (rosso), l’altro di avversione (blu). E questo non c’entra niente con la bontà o la cattiveria del soggetto, con la sua simpatia o antipatia, né con i suoi pregi e difetti. Il punto è che nessuno può accedere per entrambi i canali; ne riusciamo a percepire soltanto uno ed è così che consideriamo quella persona: è amica o nemica a seconda del canale di entrata che riusciamo a vedere. È raro cambiare idea su qualcuno, e quindi riuscire realmente a considerarlo in maniera completamente opposta. A volte è soltanto che cerchiamo di credere di aver cambiato idea, autoconvincendoci che quella persona sia altro da ciò che sentiamo. Ma la prima impressione è quella che conta: è nel momento del primo incontro che scegliamo qual è il nostro canale di percezione relativo a qualcuno.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>