Pensieri su… “Wintersong”

“Wintersong” (Newton Compton editori 2017) di S. Jae-Jones è una favola per ragazzi che calza a pennello anche agli adulti. Non è melensa e non è mai banale, non è noiosa, né superficiale. È una storia giovane, fresca e leggera, ma anche profonda, dolce e travolgente.

Trama

Una famiglia con tre figli e un’anziana nonna vive mandando avanti una locanda. La prima figlia, Liesl, si occupa di tutti; non è bellissima ma ha la musica nell’anima, è una compositrice. Sua sorella Käte è bella ed è fidanzata con l’uomo di cui Liesl è innamorata. E poi c’è il terzo figlio, Sepperl, giovane virtuoso del violino. Il ragazzo ha un’importante audizione nella locanda proprio mentre sua nonna Constanze, fedele alle antiche tradizioni, vuole spargere del sale su ogni soglia per impedire all’Erlkönig, il Re dei Goblin, di entrare in casa. L’inverno sta arrivando e lui uscirà presto dal sottosuolo per cercarsi una sposa. Un turbinio di eventi si susseguono prima dell’audizione. E Liesl, occupandosi del fratello, ha trascurato sua sorella. Dov’è finita Käte? Comincia così un duello tra l’Erlkönig e Liesl, che vuole salvare sua sorella dal Re dei Goblin, che l’ha portata nel suo regno. Ma la storia prende una piega inaspettata e la trama è più complicata di come potrebbe sembrare…

Considerazioni

Parte del romanzo si svolge nel Sottosuolo, nel regno del Re dei Goblin, e parte in superficie. Una cosa che non mi aspettavo era il sesso, la passione, che solo in seguito non sarà fine a se stessa ma accompagnata dall’amore. Il titolo preannuncia invece la presenza della musica: “Wintersong” significa infatti “canzone d’inverno” e questa storia tutta invernale è accompagnata da violini, pianoforti e flauti, spartiti, accordi e chiavi di violino. Una musica che sembra quasi di sentire…

Lettura scorrevolissima! Impossibile staccare gli occhi dal libro!

Ho notato molte somiglianze con il film “Labirinth – Dove tutto è possibile” (1986). Nel libro il Re dei Goblin manipola il tempo, le distanze e i ricordi della protagonista, ed è la stessa cosa che avviene nel film. Senza parlare poi del ballo in maschera, presente in entrambi. E poi la somiglianza nella trama: nel film il Re dei Goblin rapisce il fratellino della protagonista, Sarah, perché lei lo “desidera”, e nel libro l’Erlkönig rapisce la sorella di Liesl (Elisabeth), che se vuole qualcosa dai goblin deve dire “desidero”. Non ultima la musica, presente nel libro come un ulteriore personaggio, a volte sembra di sentirla; nel film è affidata alla voce di David Bowie. E nel film a interpretare il Re dei Goblin è proprio David Bowie, che sembra umano e non ha le sembianze dei piccoli, brutti e maliziosi goblin; nel libro il Re degli Elfi ha addirittura origini umane. Ed entrambi sono innamorati della protagonista. Non solo, il personaggio del libro e quello del film hanno entrambi capelli chiari che formano sulla testa una sorta di aureola. Un’ulteriore somiglianza con il film “Labirinth” sono le mani dei Goblin che formano occhi e bocca e un viso mentre Elisabeth scappa, e quel viso parla con le loro voci tutte insieme; nel film invece Sarah cade in una sorta di pozzo e tutto intorno delle mani formano occhi e bocche di diversi volti, e ognuno parla con una sua voce.

Molte parole sono in tedesco, visto che la storia è ambientata in Baviera. Il Re dei Goblin spesso viene definito “Erlkönig”, letteralmente “Il Re degli Elfi”. “Erlkönig” è anche una ballata di Johann Wolfgang von Goethe, scritta nel 1782, con adattamento musicale di Franz Schubert. La trama non ha nulla a che fare con il libro ma la parola “Erlkönig” me l’ha ricordata.

Altri personaggi del libro legati alla poesia tedesca sono le Lorelei, cioè le sirene. Ricordo la poesia di Heinrich Heine “Die Lorelei” (1824) che racconta proprio di una sirena che viene chiamata Lorelei. Le sirene nuotano in una lago sotterraneo. Nel lago c’è una barca senza remi che naviga senza essere guidata da chi è a bordo. Come in “Harry Potter e il Principe Mezzosangue”, quando Harry e Silente vanno a cercare uno degli Horcrux.

Non so perché ma Constanze, la nonna di Elisabeth, non me la racconta giusta… Perché si allarma tanto quando la nipote le confessa di aver parlato con l’Erlkönig? Perché non può dimenticare le antiche leggi e il mondo del Sottosuolo con l’Erlkönig?

Tutto mi aspettavo tranne che il tema della fede. L’Erlkönig, diceva Constanze, non crede in Dio. Ma questo Re dei Goblin sì.

Non credevo mi sarebbe piaciuto un libro per young adult ma ho voluto provare il genere. Questo scorre come l’acqua impetuosa di un ruscello. La lettura ti travolge e basta.

- – - Spoiler – - -

Qual è il nome del Re dei Goblin che ha conosciuto Elisabeth? Lui le ha chiesto di cercarla nel mondo di sopra, quindi di scoprire chi era veramente…

Chi è stata la prima moglie del primo Re dei Goblin? Come si chiamava? Da quello che ho capito, non era la moglie del Re che ha conosciuto Elisabeth ma di uno precedente. Lui l’amava e si dice siano usciti insieme dal Sottosuolo. Ma come hanno fatto? Cosa è successo di preciso?

La storia raffigurata nelle vetrate della cappella mostra le mogli del Re dei Goblin che ha conosciuto Elisabeth. Ma chi sono le precedenti, quelle degli altri re? E che fine ha fatto la prima, quella che i goblin non vogliono ricordare?

Perché ogni ritratto di ogni Re dei Goblin raffigura un uomo con occhi di colore diverso? È una caratteristica obbligatoria per diventare re o il colore cambia dopo il titolo?

Al Re dei Goblin che conosce Elisabeth viene chiesto se vuole diventarlo e lui accetta. Forse così anche lui potrebbe liberarsi dal fardello della corona e vivere di nuovo da mortale ma evidentemente non se la sente di condannare qualcun altro come è stato fatto con lui…

Elisabeth chiede al “suo” Re dei Goblin se l’avrebbe seguita nel mondo di sopra e lui risponde di sì, che con lei sarebbe andato ovunque. Ma sarebbe possibile? Elisabeth non è il tipo che si arrende.

Secondo me ci sarà un seguito…

Club dei lettori – “Wintersong” di S. Jae-Jones

“Wintersong” di S. Jae-Jones è un graditissimo arrivo per il “Club dei lettori” della Newton Compton editori che stavo aspettando! In uscita il 26 ottobre 2017, questo romanzo fantasy mi ha incuriosita da subito.

L’inverno si avvicina e il Re dei Goblin sta per scegliere la sua futura sposa. Quando rapisce la sorella di Liesl, la ragazza partirà per salvarla…