Quando ti intervistano…

(null)

Ho raccolto di seguito tre recenti interviste che mi sono state fatte. Ogni tanto è bello stare dalla parte dell’intervistato!
Quindi, se vi va di curiosare…

Intervista a Elisa Sartarelli, autrice de “Le Quadrobambole”
La Stamberga dei Lettori

http://www.lastambergadeilettori.com/2015/02/intervista-elisa-sartarelli-autrice-de.html?m=1

A tu per tu con… Elisa Sartarelli
Romance e non solo

http://romance-e-non-solo.blogspot.it/2015/01/a-tu-per-tu-con-elisa-sartarelli.html?m=1

Intervista a Elisa Sartarelli
Associazione Culturale Artetremila

http://artetremila.it/blog/intervista-a-elisa-sartarelli/

Saggio sulla scrittura a mano

(null)

Ormai lo sapete: la mia tesi di laurea è stata pubblicata come saggio letterario su Frances Hodgson Burnett. Non pensavo che sarei tornata di nuovo a scrivere un saggio ma la vita a volte ci sorprende.
Qualche giorno fa ho trovato al supermercato un quaderno a righe a copertina rigida. Ho preso la mia stilografica con inchiostro viola e… ho cominciato a scrivere! Senza meta, quello che mi veniva. Solo dopo alcune pagine mi sono resa conto che stavo scrivendo un saggio sulla scrittura, in particolare sulla scrittura a mano. Non me l’aspettavo. Ancora senza meta, ho scritto pagine e pagine e continuerò finché, prendendo la stilografica, fluiranno idee su questo tema.
Sono rimasta sorpresa da me stessa. Non mi aspettavo di avere tanto da dire! E sto ancora scrivendo… Senza sapere quando finirà quest’avventura…
Cosa ne farò? Chissà…

GdL – Sottomissione

(null)

Il prossimo tema del gruppo di lettura dovrebbe essere l’Islam. Ho pensato subito a “Sottomissione” di Michel Houellebecq. L’ho già letto a gennaio ma potrei consigliarlo. Intanto, posto di seguito le mie impressioni su questo libro.

Posso sapere cosa c’entra il libro “Sottomissione” con l’attentato a “Charlie Hebdo”?
Ho comprato questo libro d’impulso, dopo averne tanto sentito parlare e avendolo visto nella vetrina di una libreria. L’ho letto in tre giorni: è scorrevole, appassionante. Si tratta di una storia con molti riferimenti alla realtà odierna, ambientata in un prossimo futuro (siamo nel 2022). Non capisco perché sia stata bloccata la promozione del romanzo in Francia.
Non credo che, se proprio qualcuno volesse indignarsi dopo la stesura di questo romanzo, quelli dovrebbero essere i musulmani; credo dovrebbero essere piuttosto i Francesi a doverlo fare, i professori universitari in particolare, che finiscono per convertirsi all’Islam soltanto per uno stipendio alto, prestigio sociale, mogli giovani e una vita che scorre liscia e senza problemi. Opportunisti, insomma, banderuole che seguono la strada facile e comoda.
Per il resto, chissà cosa mi aspettavo nella trama… È un semplice romanzo. Avvincente nella sua semplicità. Complimenti a chi si è occupato della pubblicità: bloccare le presentazioni del libro e cercare un collegamento con i fatti cruenti accaduti alla redazione di “Charlie Hebdo” è stato geniale, ma per i lettori è stata una fregatura. Bel romanzo, ma non ha niente a che fare con l’attentato. Si parla di un partito chiamato “Fratellanza musulmana” che sale al potere in Francia e di precedenti scontri armati a Parigi (di dubbia attribuzione tra l’altro). Punto.
Ho sentito paragonare questo libro a “1984″ di George Orwell ma credo che abbiano ben poco in comune, tranne l’aver parlato di una situazione politica futura del tutto inventata.
Belli invece i riferimenti alla letteratura francese! L’autore scrive molto della vita e delle opere di Huysmans! Ma di questo non parla nessuno?

GdL – Édith mia sorella

Mi sono divertita alla mia prima esperienza con un gruppo di lettura! C’erano persone di tutte le età, fino agli 80 anni!
Tutti hanno ricevuto un regalo inaspettato da uno dei partecipanti: il libro “Padre Nostro” di Simone Weil! Non vedo l’ora di leggerlo! Non ho mai letto niente di Simone Weil.

(null)

Tre ore! No, dico, tre ore di parole sui libri e di chiacchiere! E mi sono anche divertita!
Per la prossima volta, è stato deciso di leggere tutti lo stesso libro: “Édith mia sorella” di Simone Berteaut. Non ce l’ho ma mi dovrebbe arrivare a giorni. Sono curiosissima!